venerdì 8 gennaio 2016

Come usare il phon

In questa stagione il phon è indispensabile anche se, come abbiamo sottolineato varie volte, l’uso continuato e prolungato dell’asciugatore potrebbe indebolire i capelli.
Il primo phon fu inventato nel 1899 e, arrivando fino alla temperatura di 90 gradi, era uno strumento pericoloso ed estremamente aggressivo per le chiome. Dopo molti anni di ricerca e innovazione tecnologica i modelli odierni sono molto più delicati con i capelli e diventare veri alleati per le acconciature. I phon agli ioni, per esempio, emettono particelle con carica negativa mischiate al flusso d'aria, evitando così l’effetto elettrostatico che fa elettrizzare i capelli dopo l’asciugatura. 




Oggi proponiamo dei piccoli consigli per migliorare la vostra abilità nell’asciugatura dei capelli. Per un’acconciatura semplice, ma perfetta, vi occorre un phon, una spazzola e un prodotto idratante adatto alle esigenze delle vostre chiome. 



Per asciugare i capelli corti e lisci il nostro consiglio è di usare il phon nel senso contrario al verso dei capelli, in modo da conferire volume extra a tutta la capigliatura. È possibile aumentare l’effetto applicando una noce di mousse volumizzante insieme a uno spray termoprotettivo. È bene continuare a modellare la mousse sui capelli durante l’asciugatura in modo da rendere la chioma eccezionalmente vitale e dinamica. Per impedire che la messa in piega si afflosci durante la giornata, è possibile riscaldare alcune ciocche e metterle in posa con un fermaglio fino a quando non si saranno raffreddate.




I capelli lisci sono particolarmente gradevoli quando appaiono setosi e ricchi di volume con le punte lievemente incurvate verso l’interno. È possibile ottenere questo effetto usando una spazzola tonda, ovvero, dopo aver applicate lo spray termoprotettivo, suddividere la chioma in ciocche di pari dimensioni e asciugare con il phon ogni singola ciocca stirandola lentamente verso l’interno procedendo dalle radici alle punte. Il trucco è di direzionare l’aria calda del phon sulla ciocca tenendo un angolo di circa 90 gradi rispetto alla spazzola. Questo metodo garantisce un volume eccezionale e le punte rivolte verso l’interno. Per un tocco finale d’eccellenza utilizzare uno spray ultra lucidante che aumenterà anche la tenuta dell’acconciatura.




Un discorso personalizzato è necessario per i capelli ricci che dovrebbero utilizzare sempre il phon con il diffusore, ovvero uno strumento provvisto di punte che si applica all’imboccatura del phon e che aiuta a proteggere i capelli dal calore diretto, infatti solleva delicatamente i bulbi allontanandoli dall’aria più calda. È importante, inoltre, usare il phon alla massima potenza, ma con il calore al minimo, per non aumentare l’effetto crespo.
Per avere dei ricci morbidi e voluminosi è indispensabile, prima dell’asciugatura, applicare un prodotto anti-crespo e idratante. Il diffusore va usato appoggiato alla testa, vicino alle radici, spostandolo con lentezza e con movimenti circolari, inoltre è bene usare le punte del diffusore per alzare i capelli e asciugarli anche nella parte sottostante. Se si desidera una testa più voluminosa è possibile usare il phon con diffusore mettendo la testa in giù, ma solo dopo aver asciugato la maggior parte dei capelli. È bene ricordare di non spazzolare o pettinare i capelli dopo averli acconciati, perché la forma dei ricci si rovinerebbe.


Presso il nostro salone potete chiedere allo staff consigli personalizzati per asciugare nel modo migliore il vostro ultimo taglio.

Nessun commento:

Posta un commento